Il pane giallo di Allumiere

Il pane giallo di Allumiere

Il pane giallo di Allumiere ha origine nel XIX secolo. Nel 1825, per volontà di Papa Leone XIII, furono aperti nelle cittadine di Tolfa e Allumiere numerosi forni per la lavorazione del pane col quale venivano pagati i minatori delle cave di Allume.

Il pane alimento principe della cucina allumierasca veniva usato nei modi più disparati: dall’acqua cotta, alla trista, alla colazione del buttero.

Ancora oggi ad Allumiere, dove esiste un forno a legna risalente al 1870, i vecchi fornai tramandano ai figli l’arte della panificazione. La pagnotta, soffice e bassa, priva di sale, presenta la mollica del caratteristico colore giallo, con una grana fine ed uniforme ed un persistente profumo di cereali. L’ impasto, che rispetta la ricetta originale dell’800, viene cotto in forni a legna, alimentati con legna di castagno, assicurando al prodotto un gusto unico.

Il pane di Allumiere è stato premiato più volte come miglior pane italiano.

E’ possibile visitare il panificio dove è riprodotta la filiera del pane giallo con cottura su forno a legna dell’800 e partecipare allo show cooking effettuato dai maestri panettieri